Menu

Crescere un bambino speciale costituisce una grossa impresa, ma può diventare uno sforzo insostenibile se a difficoltà, incomprensioni all’interno della famiglia e problemi economici, si sommano problemi nei rapporti della famiglia con la Scuola, gli Enti Locali e i Servizi Socio-Sanitari.

Spesso le famiglie si ritrovano sole,
ad affrontare tutto questo.

Un lavoro educativo con i genitori richiede un graduale accompagnamento nel riorganizzare la vita familiare con strategie efficaci per la gestione dello stress e la valorizzazione delle soluzioni positive adottate nella presa in carico del figlio disabile.

mascotte

Emozioni Giocate propone degli incontri che consentono ai genitori di essere ascoltati, sostenuti e aiutati a far fronte a quelle preoccupazioni e quelle incertezze che vivono quotidianamente accompagnando i propri figli nella percorso di crescita.

Emozioni Giocate Onlus può aiutarti ad avviare un percorso formativo con le persone vicino al bambino ciò può far diventare l’inclusione una realtà!

Spesso valutiamo le persone esclusivamente per le somiglianze che hanno con noi e ne rifiutiamo le differenze. È il “pregiudizio”, che ostacola intensamente l’emergere di una formazione all’inclusione e crea una cultura rigida, non accogliente, che non lascia spazio alla possibilità di inserire chi è “diverso”.

Non si può più far finta di niente…bisogna riuscire a sensibilizzare ed educare il prima possibile le nuove generazioni a considerare la diversità come risorsa e non come limite, a rispettare incondizionatamente tutte le persone.

La mission di Emozioni Giocate è proprio cercare di arrivare, non solo alla scuola, per aiutare insegnanti ed educatori ad integrare il cosiddetto “compagno speciale ” all’interno del gruppo classe, ma anche alle famiglie e alla realtà in cui vivono.

Avere un figlio con disabilità può altresì costituire per il genitore la spinta ad una trasformazione personale, che invece di determinare chiusure e rabbia può sfociare in “strategie efficaci” di organizzazione della vita famigliare.

  TOP